Scheda 4 – L’acqua e lo sport

Scheda 4 – L’acqua e lo sport

Non solo energia…

Per ottenere il massimo della forza e della resistenza dal nostro corpo dobbiamo alimentarlo bene. Zuccheri, pasta, riso, pane, frutta secca sono l’ideale per avere energia. Carne, pesce, uova e legumi ci danno le proteine per far crescere e mantenere sani i muscoli…

Ma a noi non serve soltanto energia, occorre anche bere molta acqua. Hai mai fatto caso a quanto bevono i campioni durante le gare?

Scopri l'attività collegata

Cerca su internet o sui giornali delle immagini di sportivi intenti a bere e incollale nell’apposito riquadro. Vedrai: non c’è praticamente sport che si possa praticare senza bere…

Ma quanto si suda facendo sport?

Dipende da molte cose, naturalmente dal tipo di sport, dal grado di allenamento e anche dalla temperatura dell’ambiente… Uno sportivo che svolga un’attività molto intensa in un periodo caldo, può arrivare persino a perdere 3 litri all’ora. Pensa che i maratoneti di alto livello perdono anche 5 litri di sudore durante una gara!

A questo punto, una domanda viene spontanea: ma io quanto devo bere per praticare al massimo la mia attività preferita?

Scopri l'attività collegata

Per calcolare quanto devi bere per praticare al massimo la mia attività preferita ti basta sapere fare addizioni e sottrazioni… Segui le istruzioni riportate nella scheda e completa lo schema che vi trovi a fianco

Due domande curiose…

Secondo te si perde molta acqua anche negli sport invernali?

La risposta è sì e sai perché? È semplice: l’aria fredda contiene meno umidità di quella calda, così quando uno sciatore la respira, questa assorbe molto vapore da nostro organismo, impoverendolo d’acqua. Hai mai osservato in televisione quelle “nuvolette” che escono dalla bocca dei campioni di sci quando respirano affannosamente dopo la gara? Beh è tutta acqua persa dal loro corpo. Per stare bene devono reintegrarla bevendo

… e nel nuoto?

Anche chi nuota, nonostante sia immerso nell’acqua, deve bere prima e dopo la gara. Lo stare nell’acqua infatti stimola la produzione di urine. Ti è mai capitato di sentire un’improvvisa voglia di fare pipì mentre facevi un bel bagno in mare?

Acqua e sudore…

Facendo attività fisica e sportiva non si perde solo acqua: nel sudore sono presenti anche molti sali minerali che vanno assolutamente reintegrati. Un litro di sudore contiene addirittura un grammo e mezzo di sali minerali. Il più importante è di gran lunga il sodio, ma si perdono anche cloro, potassio e magnesio.

L’ideale per reintegrare i sali persi con il sudore è bere acque che abbiano un buon contenuto di questi minerali.

Scopri l'attività collegata
Prova a confrontare tra loro quattro etichette di acqua minerale diverse, ritaglia di ciascuna la parte dedicato alla composizione, incollale negli appositi spazi e indica l’acqua che contiene più sodio, quella più ricca di potassio, di cloro (trovi scritto “cloruro”) e di magnesio.

La forza se ne va…

Perdere anche solo un litro d’acqua con il sudore riduce le prestazioni di uno sportivo e lo fa sentire affaticato. Ma perché questo succede?

È semplice da spiegare: perdere acqua vuol dire anche togliere una parte di liquidi al sangue e rendere più difficile il trasporto delle sostanze nutritive e il lavoro del cuore, inoltre, perdendo acqua, l’organismo fa più fatica a controllare la temperatura del corpo che tende a crescere quando si fa sport. Soprattutto mentre si fa attività fisica, non si deve aspettare di avere sete per bere. Chi corre a piedi o in bicicletta, piuttosto che chi gioca a calcio, a tennis o a basket dovrebbe bere un po’ a intervalli regolari durante l’attività fisica.

La caccia al tesoro – Il momento di bere

Per un sportivo è importante bere prima, durante e dopo l’attività fisica. Prima perché se si inizia non perfettamente idratati, la temperatura del corpo tende ad aumentare più velocemente e il cuore fa più fatica. Il consiglio è di bere mezzo litro d’acqua 2 ore prima dell’allenamento o della gara. Durante l’attività si dovrebbe bere acqua ogni 10’/15’.

Quanta? Dipende da persona a persona: ciascuno dovrebbe trovare qual è la quantità di acqua che gli permette di fare sport bene senza appesantire lo stomaco. Dopo l’esercizio è comunque importante bere ancora un po’ d’acqua perché anche finito lo sforzo il fisico continua a eliminarne.

Scopri l'attività collegata
Quelli sopra descritti sono concetti semplici, ma che non tutti conoscono: perché non provi a riassumerli con uno slogan nell’apposito spazio?